Roberta Nobile

Nata nel 1992 a Torino, si è diplomata in flauto nel Conservatorio della sua città. Ha conseguito con il massimo dei voti la laurea di Biennio Sperimentale di II Livello ad indirizzo solistico-concertistico al Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova sotto la guida del M° Claudio Montafia e con il massimo dei voti e la lode la laurea di Biennio di II Livello a indirizzo didattico presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria. Inoltre, ha conseguito con il massimo dei voti (100/100) il titolo di abilitazione per l’insegnamento strumentale nelle Scuole Secondarie di I Grado a Indirizzo Musicale e nei Licei Musicali presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria.

Si è perfezionata all’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola con i Maestri Andrea Oliva e Maurizio Valentini. Attualmente si sta perfezionando con Giampaolo Pretto all’interno del suo progetto didattico “Dentro Il Suono”. Recentemente è stata selezionata per partecipare al corso di perfezionamento “Obiettivo Orchestra” gestito dalla Filarmonica del Teatro Regio di Torino ove è stata resa idonea, durante l’audizione finale, a collaborare con la suddetta orchestra. Ha frequentato corsi e masterclass con Antonio Amenduni, Alain Daboncourt, Benoit Fromanger, Juliette Hurel, Andrea Manco, Claudio Montafia, Andrea Oliva, Giampaolo Pretto e Maria Siracusa. É entrata giovanissima nel Coro di Voci bianche del Teatro Regio di Torino. Qui ha mostrato le sue precoci doti musicali ricoprendo anche ruoli solistici (tra tutti, nel Werther di J. Massenet, ne Il piccolo spazzacamino di B. Britten e ne Il flauto magico di W. A . Mozart, in quest’occasione sia al Teatro Regio e sia al Carlo Felice di Genova).

Finalista al 12° Concorso Internazionale di Musica per Giovani Interpreti “Città di Chieri” (2012), è stata premiata in diversi concorsi nazionali ed internazionali tra cui il secondo premio al Concorso “Nuovi Orizzonti” di Arezzo (2009) e al Concorso Internazionale d’Interpretazione Musicale di Cogoleto (2009) e il terzo premio, con primo e secondo non assegnati, al Concorso Nazionale di Flauto “Emanuele Krakamp” (2015). In duo col chitarrista Gabriele Balzerano, nel 2015 è stata selezionata tramite audizione per partecipare alle attività artistiche della Hugh Hodgson School of Music di Athens, in Georgia (USA).

È risultata idonea alla Filarmonica del Teatro Regio di Torino, la Mitteleuropa Orchestra, l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, la 15Orchestra Sinfonica di Piacenza, l’Orchestra Filarmonica della Franciacorta di Chiari (BS) e l’Orchestra Senzaspine di Bologna (anche ottavino). Nel 2013, inoltre, è risultata idonea alla selezione per l’European Union Youth Wind Orchestra (EUYWO). Ha collaborato e collabora con l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza,15Orchestra Sinfonica di Piacenza, Orchestra Antonio Vivaldi, l’Ensemble Testori, Orchestra Sinfonica di Savona, Orchestra Cantelli di Milano, Orchestra Classica di Alessandria e l’Orchestra “Senzaspine” di Bologna, esibendosi in importanti teatri e sale da concerto quali la Sala Verdi di Milano, il Teatro Dal Verme di Milano, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Ristori di Verona e il Teatro Sociale di Como. Con l’Orchestra dell’Associazione Musicale “Abruzzo Musica” nel 2011 ha partecipato ad una tournèe in Cina toccando i principali auditorium di Beijing, Guangzhou e Shanghai (Oriental Art Center).

Collabora attivamente con ichitarrista Gabriele Balzerano e ha collaborato con il chitarrista Edoardo Pieri in un progetto di musica contemporanea giapponese intitolato “Toward The Sea” da lui stesso curato, esibendosi in varie località italiane. In formazione di Trio di flauti, con Ludovico Degli Innocenti e Alice Sabbadin, si è esibita su Rai Uno (Rassegna Conservatori a Confronto), ha vinto il secondo premio al Concorso Nazionale d’Esecuzione Musicale “Città di Piove di Sacco” (2013) e ha partecipato all’incisione di un CD monografico sul compositore Adriano Lincetto per l’etichetta discografica Velut Luna. Inoltre, con tale formazione si è esibita per gli “Amici della Musica” di Roma. In qualità di solista ha registrato i brani “Three Faces” e “Promettimi” composti entrambi dal compositore Giuseppe D’Angelo per la realizzazione di un cd distribuito per l’etichetta Amadeus Arte/Naxos.

È stata selezionata per partecipare come artista all’”Aurora Fine Arts Festival” di Stoccolma che si è tenuto nell’agosto 2017, ove ha collaborato con l’Aurora Chamber Orchestra presso il Royal College of Music della medesima città accompagnando la percussionista di fama internazionale Evelyn Glennie, diretta da Nazanin Aghakhani.

Dal 2017 è componente stabile del Quintetto Pentafiati con il quale ha in attivo numerosi concerti e progetti musicali in rassegne prestigiose sul territorio italiano ed europeo (Unione Musicale di Torino, Rassegna “Alte Note” organizzata dalla Filarmonica del Teatro Regio di Torino ecc..). Assieme al quintetto, inoltre, nel suddetto anno ha ottenuto il III premio al prestigioso concorso per strumenti a fiato “Città di Chieri” nella sezione “Musica da camera”, risultando come unico gruppo cameristico italiano premiato dell’edizione.Nel luglio 2019 hanno ottenuto il premio speciale “Ars Ventus Prize” al Bucharest International Music Competition riservato ai quintetti fiati. Ha collaborato, in qualità di docente di flauto traverso, presso numerose associazioni musicali torinesi e presso le SMIM di Torino e provincia e riveste spesso il ruolo di commissaria esaminatrice nelle giurie dei concorsi musicali giovanili in Piemonte. Dall‘anno accademico 2016/2017 ha assunto il ruolo di docente di flauto presso il Civico Istituto Musicale “Corelli” di Pinerolo (TO) e presso l’Accademia di Alta Formazione Musicale di Trofarello (TO). È docente di flauto traverso presso il Liceo “Carlo Montanari” di Verona e, dal 2018, lavora periodicamente in qualità di collaboratrice esterna presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *