Tonifichiamo l’area diaframmatica attraverso respirazioni intense ma veloci, simili alla respirazione canina, estraendo la lingua e impostando una vocale profonda tra la O e la A: così facendo irrobustiremo il suono specie nella prima ottava.

Es. 18 – La respirazione canina

Es. 19 – Lo staccato diaframmatico

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *